Un pareggio inaspettato, ma nulla di irreparabile

Un pareggio inaspettato, ma nulla di irreparabile

Fin qui la Roma aveva fatto faville contro le squadre di medio-bassa classifica, portando a casa tanti punti, contro il Benevento il trend si è interrotto, è arrivato un aspro 0-0 in cui i giallorossi hanno faticato ad aprire le linee serrate dei campani, pur costruendo tantissimo gli uomini di Fonseca non sono riusciti a trovare gli spazi per far male agli avversari.

Come sottolineato anche dal tecnico romanista dopo la gara, sono mancati tanto i tiri da fuori, la Roma avrebbe dovuto tentare la fortuna dalla lunga distanza visto che il solido blocco in fase difensiva del Benevento non gli consentiva di entrare facilmente in area.
Così è arrivato uno stop, un solo punto guadagnato, in un momento in cui era importante fare bottino pieno, viste le sconfitte di Milan e Napoli, dirette concorrenti dei giallorossi, ma anche viste le vittorie di Lazio e Atalanta che inseguono con tenacia la Roma, e per non farsi mancare nulla anche visto il calendario particolarmente impegnativo che porrà la squadra capitolina difronte a delle sfide complicate. C'è il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, giovedì contro il Braga, poi lo scontro diretto con il Milan domenica prossima, e l'infrasettimanale di martedì 3 marzo con la Fiorentina che sta vivendo un buon momento, per poi tornare sul campo già sabato 7 marzo contro il Genoa, sltra squadra in grande spolvero.

Tutto sommato la Roma mantiene la sua posizione di classifica, aspettando di vedere il risultato finale di Juventus-Crotone.
E in fin dei conti la Roma non ha disputato una brutta gara, ha peccato un po' sotto il punto di vista dell'incisività, ma ha cercato comunque di imporre il suo gioco e di fare la partità.
Fonseca e i suoi ragazzi poi, ci hanno insegnato che non sono una squadra che si abbatte, e quindi nelle prossime due gare, contro Braga e Milan, possiamo aspettarci di vedere la Roma brillante che per lo più abbiamo visto durante la stagione.

A cura di: Mattia Anconetani

Ricerca nel Blog