Postpartita-Roma-Parma

Postpartita-Roma-Parma

Roma osservata speciale dopo le ultime uscute, arriva il momento della tanto bramata difesa a 3 per Fonseca e i suoi uomini.
Nel 3-4-2-1 fatica ancora nell'avvio, dimostra per lo meno un minimo d'orgoglio e di amor proprio, approccio più determinato quindi per i giallorossi.
Comunque nulla da fare, la Roma va sotto ugualmente... Cristante schierato al centro dei tre difensori, commette fallo su Cornelius dopo pochi minuti, Fabri decreta il calcio di rigore e Kucka lo trasforma spiazzando Pau Lopez per il vantaggio del Parma.
Sul finale del primo tempo arriva il pareggio giallorosso con Bruno Peres che prende il fondo e mette in mezzo pescando Mkhitaryan, l'armeno non sbaglia e corona una prestazione importante con il gol (per buona parte della gara fa reparto da solo dovendo sopperire ad un Pellegrini che appare ancora leggermente appannato).
Nel secondo tempo la Roma la vuole vincere e si vede, è Veretout che al 57' ci crede più di tutti, e si riprende ciò che gli spetta tirando fuori un gol pazzesco da fuori area potente e preciso che batte Sepe (gol molto simile a quello che gli era stato annullato contro la Samp).
Supremazia Roma nel secondo tempo che ha l'occasione di fare male al Parma più volte, Sepe si mette il Mantello e neutralizza sempre i giallorossi nel finale, Carles Perez subentrato fa il bello e il cattivo tempo, serve prima Villar che spreca, poi Zaniolo che perde l'attimo per calciare, il numero 22 poi ancora per Villar che a tu per tu spreca di nuovo temporeggiando troppo.
Non c'è più tempo, la Roma torna ai tre punti, è la quarta sconfitta per il Parma che lamenta un rigore dubbio negato per un presunto tocco di braccio da parte di Mancini.

A cura di: Mattia Anconetani


Ricerca nel Blog