Pagelle Roma-Fiorentina. Gran prova da parte di tutti, Mancini il migliore

Pagelle Roma-Fiorentina. Gran prova da parte di tutti, Mancini il migliore

Le pagelle di Roma-Fiorentina 2-0

Mirante 6: ordinaria amministrazione per il portiere giallorosso, che si limita a bloccare un colpo di testa di Kouame e ad essere attento in qualche uscita alta.

Mancini 7,5: splendida prestazione del centrale romanista che annulla completamente Ribery. Attento, aggressivo, ordinato e propositivo; non sbaglia un intervento e si regala una notte da migliore in campo.

Smalling 6,5: ritrova la Serie A guidando la difesa con carisma e autorevolezza. Prova spesso l'anticipo e gioca una gara attenta in marcatura, non difettando nemmeno nella fase di impostazione.

Ibanez 6,5: il brasiliano completa l'ottima prova del pacchetto arretrato accorciando in avanti sempre con i tempi giusti. Si propone spesso anche nella metà campo avversaria fornendo una soluzione in più al portatore di palla.

Karsdorp 6: l'olandese disputa una gara ordinata, scegliendo il momento giusto per affondare e quello per mantenere la posizione. Si rende pericoloso con un bel tiro, ma può migliorare nella scelta a ridosso dell'area avversaria (Dal 72' Bruno Peres SV).

Pellegrini 7: partita gigantesca del centrocampista romano che abbina le sue consuete abilità negli ultimi 30 metri ad una sorprendente fase difensiva che gli permette di recuperare diversi palloni. Si sta sempre più calando nel suo nuovo ruolo (Dal 79' Cristante SV).

Veretout 6,5: il francese parte un po' a rilento perdendo una palla al limite della sua area, ma cresce alla distanza. Sfiora l'ennesimo gol dell'ex, recupera la solita ingente quantità di palloni e non lascia spazio a Castrovilli e Bonaventura (Dal 90' Kumbulla SV).

Spinazzola 7: apre le marcature finalizzando uno scatto da centometrista. Costringe sempre i viola al raddoppio sulla sua fascia e non smette di spingere nemmeno nel secondo tempo, senza far mancare il suo apporto in fase difensiva.

Pedro 7: altra dimostrazione di talento e abnegazione dell'ex Barcellona che si muove a tutto campo senza dare punti di riferimento agli avversari. Si fa trovare pronto sul servizio di Mkhitaryan e aumenta l'intesa sia con l'armeno che con Dzeko (Dal 72' Carles Perez SV).

Mkhitaryan 6,5: dopo un primo tempo in sordina, sale in cattedra nella seconda frazione fornendo l'assist per il gol di Pedro e giocando con frequenza palloni di qualità per i compagni.

Dzeko 6,5: gli è mancato solo il gol. Fondamentale nel primo gol quando manda a vuoto due difensori viola e spalanca un'autostrada a Spinazzola, entra anche nell'azione della seconda marcatura gestendo alla perfezione il contropiede.

Fonseca 7: dopo un approccio soft, la Roma impone la sua maggiore qualità sugli avversari dominando per 80 minuti. La squadra crea tantissimo e non soffre praticamente mai, a testimonianza di come la partita sia stata preparata perfettamente.

A cura di: Valerio Albertini.

Ricerca nel Blog