Pagelle Napoli-Roma. Male Ibanez, Mkhitaryan illusione ottica

Pagelle Napoli-Roma. Male Ibanez, Mkhitaryan illusione ottica

Pau Lopez 6: Superato l’infortunio si rivede fin da subito.Tiene in piedi la squadra fino al goal di Callejon, imprendibile la conclusione a giro di Insigne del 2-1.


Ibanez 4,5: Troppi errori durante la fase di impostazione di gioco, colpevole nel primo goal del Napoli dove si lascia scappare Callejon per l’1-0 azzurro.


Smalling 5,5: Sbaglia anche lui passaggi semplici risultando impacciato e privo di idee a volte. Non al top della forma e si vede, abbandona il campo per infortunio dopo la prima mezz’ora. (Dal 29’ Fazio 5: Fa valere il suo fisico contro la statura scarsa degli attaccanti del Napoli. Rovina la prestazione con quella palla regalata ad Insigne per il 2-1)


Mancini 5: si muove bene nella difesa a tre. Efficaci ma fallosi alcuni suoi interventi, va in affanno totale quando viene puntato da Insigne.


Zappacosta 5: Pochi dribbling riusciti in fase offensiva, molto spesso preferisce arretrate piuttosto che tentare la giocata sul fondo. Fa buona guardia in difesa ma non è perfetto.


Pellegrini 5: Sorprende in contropiede la difesa del Napoli sferrando poi un tiro velenoso che Manolas riesce a deviare in angolo. Troppo superficiale al 41’ quando dentro l’area fallisce la possibilità di portare in vantaggio la squadra. Anonimo. ( Dal 75’ Cristante SV)



Veretout 6: Corre, contrasta e recupera. Fondamentale per i suoi compiti ma non si espone mai sotto i riflettori, sufficiente.



Spinazzola 5,5: Come Zappacosta timido in fase offensiva. Mette buoni cross al centro ma osa poco e gioca sempre palla dietro.


Mkhitaryan 6,5: Il migliore, regala il pareggio ai giallorossi con una bellissima cavalcata ed un destro secco all’angolino imparabile per Meret. Settimo goal in campionato.


Kluivert 5,5: Fatica ad entrare nel vivo del gioco, lavora molto alle spalle di Dzeko ma tocca pochi palloni. Contribuisce nel goal della Roma portando via l’uomo a Mkhitaryan. Deve fare di più. (Dal 66’ Zaniolo 6: Torna dopo 6 mesi in campo dopo il brutto infortunio al ginocchio contro la Juve. Tocca pochi palloni ma l’importante è che sia di nuovo a disposizione)


Dzeko 6: è il Leader della squadra. Fa nascere l’azione-contropiede per il goal di Mkhitaryan. Sponde e duelli aerei contro la difesa napoletana, si prende la squadra sulle spalle ma la Roma continua a dipendere solo da lui per i goal.



Fonseca 5: Cambia modulo con la difesa a tre inserendo Ibanez e mettendo Kluivert e Mkhitaryan dietro Dzeko. La terza sconfitta consecutiva condanna le sue scelte tattiche.


Articolo a cura di: Riccardo Di Giorgi



Ricerca nel Blog