Manita giallorossa (L’analisi e le statistiche della partita)

Manita giallorossa (L’analisi e le statistiche della partita)

Una Roma spumeggiante si sbarazza per 5-0 dei campioni di Romania del Cluij e blinda il primo posto del girone A di Europa League. Una partita mai in discussione che ha permesso a Fonseca di dividere il minutaggio tra i giocatori di tutta la rosa e concedere l’esordio a Tommaso Milanese, centrocampista della Primavera di mister De Rossi che sta guidando il campionato. Buona la prestazione di tutti i sedici scesi in campo, da segnalare la doppietta di Borja Mayoral sperando che il gol sblocchi lo spagnolo anche a livello di prestazione generale per le prossime uscite.

La partita

A differenza delle prime uscite europee Fonseca sceglie una formazione con qualche titolare in più e l’approccio alla partita dei giallorossi è finalmente quello giusto: giro palla partito dal portiere che supera la prima linea del pressing rumeno, spazio per la corsa di Spinazzola, cross per la testa di Mhkitaryan ed è 1-0 dopo appena un minuto. La Roma è totalmente padrona del campo, gestisce con maturità i ritmi della partita: sa quando affondare e quando far girare la palla. I giallorossi sentono la fiducia dei tanti risultati utili consecutivi, rischiano giocate difficili, ed in alcuni casi la troppo fiducia comporta dei rischi (Pau Lopez mette la toppa con due ottime parate su due errori in fase di uscita palla di Villar e Cristante troppo lenti e sufficienti nel giocare in zone pericolose del campo). Il Cluij cambia la sistemazione in campo a gara in corso ma non basta ad arginare una grande Roma, la partita è sostanzialmente chiusa al 34’ minuto con il primo gol in giallorosso di Borja Mayoral ben assistito da Bruno Peres apparso in crescita. Il secondo tempo più che una partita ufficiale è sembrata un’esercitazione attacco difesa a bassi ritmi con la Roma senza soluzione di discontinuità nella metà campo avversaria e Fonseca ne ha approfittato dando ancora minutaggio a Smalling e come già detto facendo esordire un giovane della primavera giallorossa; proprio Milanese serve a Pedro l’assist per il gol che vale 5-0 e chiude il tabellino del match.

 

L’Analisi

Bravo Fonseca nella preparazione della partita e soprattutto nella scelta di schierare tre centrocampisti come Villar, Cristante e Veretout; infatti, come dichiarato dall’allenatore nel postpartita, la squadra rumena cerca piuttosto della circolazione palla una verticalizzazione immediata con forte pressione sulle seconde palle nella trequarti avversaria. La mossa di Fonseca ha accorciato la distanza tra i reparti giallorossi e ha evitato che i giocatori del Cluij recuperata la palla potessero puntare frontalmente la difesa giallorossa. La squadra giallorossa ha dimostrato anche una maggiore fluidità nel giro palla partendo dai tre difensori più l’estremo difensore spagnolo trovando spesso il passaggio chiave che spaccava in due la squadra rumena. Infine, si conferma letale la squadra quando può correre negli spazi aperti in seguito al recupero palla, caratteristica che continuerà a crescere con la difesa a tutto campo dei centrali romanisti, stile Atalanta, e con la crescita in questo fondamentale di Pellegrini, può imparare e bene dal mastino Veretout, maestro nella pressione, recupero palla e capovolgimento d’azione.     

 

Le statistiche della partita

   

 

Roma

Cluij

Possesso palla

66%

34%

Tiri effettuati

18

9

Tiri nello specchio

8

4

Passaggi effettuati

689

349

Passaggi riusciti

616(89%)

266(76%)

Legni colpiti

0

0

Corner

5

2

Falli commessi

8

8

Ammonizioni

0

2

Espulsioni

0

0

Fuorigioco

2

2


A cura di: Alessandro Ruggeri

Ricerca nel Blog