L'Italia vince per 6 a 0 contro la Moldavia, il post partita e le pagelle

L'Italia vince per 6 a 0 contro la Moldavia, il post partita e le pagelle

Sulla carta gli azzurri erano i favoriti e l'hanno dimostrato anche sul campo. Un'amichevole che da importanti segnali, una squadra solida dietro e dinamica davanti. Ora testa alla Nations League dove si dovranno affrontare la Polonia (fuori casa, domenica 11 alle ore 20:45) e l'Olanda (in casa, mercoledì 14 alle ore 20:45).

Partono subito forti gli azzurri, mentre i calciatori della Moldavia si fanno pericolosi con un solo tiro neutralizzato senza problemi da Sirigu. Caputo innesca El Shaarawy, il quale prova la scavetto, ma è bravo il portiere della Moldavia a mandarla in corner. Sul conseguente calcio d'angolo, battuto da Bonaventura, l'Italia sblocca la partita con l'incornata vincente di Cristante. Dopo pochi minuto Biraghi riesce ad inventarsi un passaggio filtrante che attraversa tutta la difesa, e con il portiere già a terra, per Caputo è un gioco da ragazzi buttarla dentro, raddoppio per l'Italia e gol all'esordio per l'attaccante del Sassuolo. Ancora Cristante nel vivo del gioco, lancio lungo per El Shaarawy, stop e gran gol di esterno. Il gol del 4 a 0 è un autogol di Posmac, propiziato da un controllo sbagliato di Caputo. Allo scadere del primo tempo, Lazzari prova un pallonetto, la palla non è indirizzata in porta, ma ci pensa il faraone, stasera con la fascia da capitano, a recapitarla in porta con un colpo di testa vincente.

Nella ripresa l'Italia continua a creare ma non riesce a concretizzare, alla fine trova il gol del 6 a 0 con il primo gol di Berardi, grazie ad un grande assist di Grifo. L'Italia vince e ora deve convincere contro le avversarie più forti.

Le pagelle:
Sirigu 6,5 (dal 66' Cragno 6);
Biraghi 6,5 (dal 66' Emerson 6);
Acerbi 6,5;
Mancini 6,5;
Lazzari 7;
Locatelli 6,5;
Cristante 7,5;
Bonaventura 6 (dal 66' Sensi 6);
El Shaarawy 8 (dal 66' Grifo 6,5);
Caputo 7 (dal 74' Lasagna S.V);
Berardi 6,5 (dal 74' Kean S.V);

Mancini 7;

A cura di: Francesco Mazzotta.

Ricerca nel Blog