L'avversario-La Lazio di Simone Inzaghi

L'avversario-La Lazio di Simone Inzaghi

 

La Lazio sta vivendo una stagione meno brillante di quella precedente, occupano attualmente l'ottava posizione con 28 punti raccolti fin qui.

Assemblati in un 3-5-2 gli uomini di Simone Inzaghi basano il loro gioco sull'intensità.
Costruiscono la manovra dal basso con Acerbi regista di difesa, orchestrano le azioni offensive con la qualità tecnica di Lucas Leiva e Luis Alberto, con Milinkovic Savic che fa da incursore in zona più avanzata, andandosi quasi ad allineare con i due attaccanti Correa oppure Caicedo e Immobile.

Fondamentale è il ruolo degli esterni di centrocampo, Lazzari e Marusic che in fase offensiva si spingono molto avanti, per dare ampiezza e soluzioni alla manovra d'attacco, mentre in fase di non possesso si allineano con i tre centrali di difesa, fornendo densità ad una linea che diventa composta da cinque uomini e quindi difficile da superare.
I ritmi sono sempre molto elevati, tanta corsa e palla che viaggia velocemente, la Lazio sembra giocare ormai a memoria, è un gruppo consolidato, composto da calciatori che giocano da diversi anni insieme e sotto la guida dello stesso allenatore, probabilmente questa è la loro arma in più in questa partita.

In fase di non possesso invece la Lazio attua il primo pressing con le due punte chiudendo gli scarichi centrali e costringendo l'avversario ad aprire il gioco sull'esterno, dove troverà però la pressione della mezzala di competenza, e dell'esterno di centrocampo, costringendo ancora il portatore di palla a dover effettuare un cambio di gioco, a questo punto la Lazio lascia prendere campo, attuando delle marcature preventive con i centrali e mandando di nuovo in raddoppio sull'avversario l'altra mezzala e l'altro esterno di centrocampo che si sgancia dalla linea di difesa.

Spesso però, superata la prima linea di pressione, i biancocelesti  lasciano degli spazi agli avversari, principalmente nella zona centrale del campo, consentendo il gioco in verticale e andando spesso in confusione.

Ci saranno tanti duelli interessanti in questo derby, a partire da Smalling-Immobile, il difensore inglese ha neutralizzato Lukaku nell'ultimo turno di Serie A, si saprà confermare anche contro un altro bomber come Immobile? Vedremo...
Veretout-Luis Alberto è il secondo, con il fantasista laziale che dovrà vedersela, con la tenacia, l'aggressività e la dinamicità di Veretout. Poi Spinazzola sulla stessa corsia di Lazzari, due calciatori di grande spinta, rapidi, vedremo chi dei due avrà la meglio.
Infine Dzeko e Acerbi, l'attaccante bosnico ha faticato nelle ultime uscite, mentre Acerbi si dimostra ancora il miglior difensore dei biancocelesti, Edin è chiamato a sbloccarsi, e quando sente profumo di derby si accende, vedremo se riuscirà a mettere in difficoltà la difesa laziale...

A cura di: Mattia Anconetani

Ricerca nel Blog