La situazione della Roma

La situazione della Roma

Tra cinque giorni inizierà la nuova stagione. Al momento la Roma è ancora in fase di costruzione, con il nuovo modulo, il 3-4-2-1, servono almeno 5 difensori centrale e 4 esterni di centrocampo. Per ora i difensori centrali a disposizione sono Ibanez, Mancini, Fazio e Jesus. I primi due difensori sono sicuri di un posto da titolare nella formazione di Fonseca, mentre gli altri due sono in uscita. L'argentino è ancora in contatto con il Cagliari, dato che il club sardo lo reputa un piano B, nel caso in cui Godin dovesse saltare, mentre il brasiliano ha già l'accordo con il Genoa, e nelle prossime ore si dovrebbe definire il suo passaggio ai grifoni, dato che tra le due compagini scorre buon sangue. Cosi facendo resterebbero solamente due difensori, e quindi ecco che la Roma è pronta a mettere la parola fine alla trattativa Smalling, il quale non vede l'ora di ritornare nella capitale (assente anche alle foto di rito dello United), e al momento l'operazione potrebbe chiudersi prima dell'inizio del campionato. Storia diversa per Armando Izzo del Torino, c'è l'accordo con il calciatore ma non ancora con Urbano Cairo, dopo la vicenda Petrachi i rapporti con il patron granata si sono inclinati, ma anche in questo caso c'è ottimismo, anche se ovviamente per ora è più sicuro Chris di Armando

Sulle corsie laterali al momento ci sono Spinazzola, Peres, Calafiori, Santon e Karsdorp (e Under che potrebbe essere adattato). Partiamo proprio dall'olandese, la Roma vorrebbe cederlo, c'è un pre-accordo con il Genoa, ma prima di farlo si cerca un sostituto, dato che Bruno Peres è ancora in isolamento a causa del covid, e il primo nome è quello di Zappaccosta, riofferto alla Roma, anche se al momento l'idea di un suo ritorno non convince i giallorossi. Anche Santon non rientra più nei piani del club capitolino, il calciatore vorrebbe rimanere in Italia, ma al momento le pretendenti sono quasi nulle. Il giovane Calafiori ha dimostrato tanto, ma la società sarebbe più orientata a mandarlo a in prestito, magari sempre in Italia, in una squadra di Serie A o B, stessa sorte anche per l'altro giovane Bouah. Per concludere Spinazzola, l'arma in più della Roma quando gioca da esterno di centrocampo, mentre da terzino non rende come potrebbe (per intenderci la stessa storia di Florenzi..). Al momento non ci sono altri nomi per rinforzare le corsie esterne, vedremo nei prossimi giorni cosa succederà.

Il centrocampo e l'attacco sono i ruoli più coperti, con l'infortunio di Perotti e Pastore la Roma potrebbe pensare ad un ritorno per 6 mesi di El Shaarawy, ma è ancora tutto da definire, perchè  l'unico dubbio rimane ancora legato a Dzeko. A noi ci risulta che al 99% il bosniaco resterà nella capitale, ma il mercato chiude il 5 ottobre e tutto può accadere, e quindi quell'1% lo affidiamo alla sorte.

A cura di: Francesco Mazzotta.

Ricerca nel Blog