Conferenza stampa di Fonseca e Bruno Peres: c'è timore per il Covid!

Conferenza stampa di Fonseca e Bruno Peres: c'è timore per il Covid!

Ecco le parole di Paulo Fonseca in vista della sfida di domani contro i romeni del Cluj:

L'impatto di Pedro ha impressionato. Si aspettava un impatto così forte sul campionato? Domani gioca?
"Mi aspettavo quello che sta facendo. Quando l'abbiamo scelto, sapevo che poteva essere molto importante per noi, non sono sorpreso. Lui è un professionista unico. Su domani, vediamo. Ha giocato quasi tutte le gare e dobbiamo fare questa gestione tra lui e Mkhitaryan. Domani potrà giocare, vediamo se dall'inizio".


Federazioni e Uefa non si sarebbero dovuto organizzare per evitare che i giocatori debbano viaggiare per le nazionali? Lei è preoccupato?
"Sì, sono preoccupato. Qui a Roma siamo molto rigorosi, facciamo i test quasi tutti i giorni. In Nazionale anche fanno lo stesso ma lì si incontrano giocatori che stanno in diversi Paese e continenti. Mi preoccupa la situazione, speriamo non succeda niente".


Il rendimento di Borja Mayoral crescerebbe se giocasse nella squadra titolare, e non in quella di Coppa?
"L'importante è che abbia la possibilità di giocare. Poi chi mettere è una scelta mia in ogni partita. La cosa più importante è farlo giocare, ha bisogno di giocare e di adattarsi in questa squadra, in questo campionato".


L'agente di Pastore dice che sarà disponibile la prossima settimana. Quando tornerà in campo? Come stanno Diawara e Calafiori?
"Sì, tornerà la prossima settimana e vedremo come starà, che tipo di lavoro dovrà fare ma la cosa più importante è che lui ritorni. Diawara e Calafiori li aspettiamo presto".

In Europa la Roma ha avuto più difficoltà. Cambierà tanto anche domani?"L'importante è scegliere i migliori giocatori per ogni partita e così farò domani, ovviamente prestando attenzione alla condizioni dei giocatori e alla prossimità della partita successiva. L'importante, però, è scegilere i migliori per la prossima gara".


Fazio e Jesus?
"Si stanno allenando bene, sono disponibili, vediamo se giocheranno domani o no".


Vista la possibile defezione di Perez, potremo vedere insieme Borja Mayoral e Dzeko?
"Vediamo domani".


Smalling deve riposare?
"Non giocherà dall'inizio domani. Non può fare 3 partite in questo momento. Non dimentichiamoci che non ha fatto il lavoro iniziale con la squadra, ha cominciato ora a lavorare. Meglio non metterlo dall'inizio domani".


Il Cluj è la squadra più temibile del girone?
"Loro sono molto forti. Sono molto aggressivi, non possiamo dimenticare che lo scorso anno stava nel gruppo della Lazio. Dopo ha giocato col Siviglia, che ha vinto l'Europa League, e non ha perso alcuna partita pareggiando con gli andalusi. Non perde da 15 partite, sono fortissimi".

Domande per Bruno Peres:


Rientrare dopo il COVID-19 ti ha creato qualche problema o sei ripartito senza effetti?"Per me è stato difficile perché sono rientrato dopo la squadra e non ho fatto la preparazione con i compagni. Ora però sto raggiungengo il loro livello ed è importantissimo".


Sei stato decisivo in Svizzera. Cosa pensi di poter dare alla Roma?
"Ogni partita è importante, bisogna avere la mentalità giusta e la concentrazione al 100%. Voglio aiutare sempre i compagni e rimanere concentrato per 90 minuti".

Facevi fatica a giocare in Serie B brasiliana mentre a Roma sei diventato subito titolare. Come hai fatto?"Ho fatto fatica all'inizio. Importante è stato il cambio di mentalità, di atteggiamento, quello che sto facendo fuori dal campo e questo mi sta aiutando dentro al campo. Ora ho la testa di un professionista, la testa giusta e questo mi sta aiutando tanto. Sono felice di giocare bene e di aiutare la mia squadra".


Stai pensando al rinnovo con la Roma, il cui contratto scadrà a giugno?
"In questo momento penso solo a fare bene qui con la Roma. Ho la motivazione anche di rinnovare il contratto. Sto lavorando duramente per fare le cose per bene. Questa è una cosa che voglio, voglio meritare il rinnovo. Il lavoro è la cosa più importante e se le cose dentro al campo andranno bene allora potranno andare bene anche fuori".


Ti trovi più a tuo agio con la difesa a 3 o a 4?
"Quando giochiamo a 3 posso stare più avanti e sfruttare le mie caratteristiche offensive. A 4, invece, devo stare più basso e difendere di più ma ho giocato con entrambi i sistemi di gioco. Non c'è, quindi, molta differenza. Semplicemente, giocando a 3 posso sfruttare meglio le mie caratteristiche. Giocando a 4, devo sapere quando posso andare avanti, leggere la situazione, la giocata, essere intelligente abbastanza da chiudere e fare la diagonale".

A cura di: Rodolfo Parenti

Ricerca nel Blog