Conferenza stampa di Fonseca: chi gioca in porta?

Conferenza stampa di Fonseca: chi gioca in porta?

Consueto appuntamento con la conferenza stampa per Paulo Fonseca. Ecco cosa si è detto con i giornalisti, alla vigilia di Bologna-Roma di domani 13 Dicembre ore 15:00


Ha un ricordo di Paolo Rossi?

"Mi dispiace molto per la morte di Paolo Rossi. Un giocatore che io ho ammirato tanto, mi ricordo che mi piaceva molto da piccolo vederlo giocare, è un momento molto triste per il calcio e per il calcio italiano. Vorrei dire una parola di conforto per la famiglia in questo momento, anche se non è facile"


Veretout e Pellegrini sono pronti per giocare domani?

"Hanno recuperato. Si sono allenati ieri e oggi con la squadra, si sono allenati bene e giocheranno domani". 


Quali le condizioni di Smalling? Giocherà domani?

"Chris si è fermato tanto tempo e deve ancora trovare la condizione migliore, sono stati importanti i 45 minuti giocati a Sofia per recuperare condizione fisica e la fiducia. In questo momento però deve ancora migliorare prima di tornare a fare 90 minuti". 


Nelle ultime gare è arrivato soltanto un punto, la gara di domani aumenta di valore anche per non perdere terreno da chi è davanti?

"Tutte le partite sono importanti e noi vogliamo sempre giocare tutte le partite per vincere. Non voglio vincere solo perché abbiamo pareggiato contro il Sassuolo, ma voglio vincere sempre. Domani sarà una partita difficile, contro una squadra forte. L'obiettivo è sempre vincere, contro qualsiasi avversario"

Vista l'assenza di Pedro, ci può essere l'esordio della coppia Dzeko-Mayoral da titolari?

"Vediamo domani". 

Contro il CSKA Sofia gli avversari si sono resi pericolosi soltanto grazie agli errori della Roma. Quella superficialità può essere pericolosa in vista di domani?

"No, sono due partite completamente diverse, a Sofia abbiamo cambiato molto, l'obiettivo era essere primi nel girone e lo eravamo già prima della gara. Non mi è piaciuto perdere, ma sono due gare totalmente diverse e la sconfitta di Sofia non influirà su quella di domani, una partita che vogliamo vincere".


Come ha vissuto le panchine in campionato Pau Lopez? Ora è pronto per tornare titolare?

"Pau ha sempre lavorato bene, giocando in Europa League. Sta lavorando per ritornare a giocare, domani giocherà lui". 


Friedkin le ha fissato come obiettivo la Champions League?

"Non c'è bisogno che il presidente mi chieda nulla. Io ho fissato dal primo giorno di questa stagione l'obiettivo: vogliamo fare meglio di quello che abbiamo fatto la scorsa stagione. L'anno scorso siamo arrivati quinti, fare meglio vuol dire entrare nelle prime quattro. Sappiamo che ci sono 7-8 squadre molto forti che vogliono lo stesso, ma lotteremo per fare meglio". 


Cosa manca alla Roma per competere con Inter e Juventus, squadre che ha indicato come favorite?

"Il tempo. Penso sia chiaro a tutti che Inter e Juventus fanno investimenti diverse da tutte le altre, ma noi vogliamo lavorare per essere vicini a queste due squadre. Abbiamo cambiato proprietà, la squadra è cambiata molto dal primo giorno che sono qui. Abbiamo bisogno di tempo affinché la squadra ritorni forte da competere".


Cosa ha provato a vedere il rigore concesso ieri al Sassuolo, considerando quello non dato alla Roma di qualche giorno fa?

"Voi sapete che io non voglio cercare alibi, ma come ho detto dopo la gara, gli episodi parlano da soli. Oggi ho la stessa opinione che avevo nel postpartita. La stessa situazione è stata trattata in modo totalmente differente e penso che l'arbitro di ieri non ha sbagliato". 

Mancini torna a disposizione contro il Torino?

"Vediamo, sta lavorando bene, dobbiamo valutarlo durante la settimana, ma io sono fiducioso che Mancini possa recuperare brevemente". 


Il Bologna è una squadra aggressiva, sta pensando di inserire di nuovo Cristante da primo costruttore di gioco?

"Cristante sta giocando molto bene da difensore centrale, con tanta qualità. Una cosa è sicura: Cristante giocherà domani, vediamo in che posizione. Può giocare a Centrocampo domani. Sono molto soddisfatto del suo impiego da difensore centrale". 

Come sta Dzeko? È migliorato in queste due settimane?

"Sta molto meglio, sta recuperando la condizione fisica migliore. Abbiamo avuto la necessità di farlo giocare quando ancora non era al massimo, ma adesso sta recuperando e in allenamento si vede che sta molto meglio". 

Che partita si aspetta? Cose teme del Bologna?

"Il Bologna è una squadra forte, sta facendo una buona stagione, aggrediscono bene e i loro attaccanti vanno in profondità. Dal punto di vista difensivo pressa sempre molto alta, con marcature a uomo. Dobbiamo fare una partita perfetta per vincere contro il Bologna che, come ho detto, è in un buon momento ed è molto forte". 


A cura di: Rodolfo Parenti

Ricerca nel Blog